menu
Federazione Campeggiatori Liguria
Vai ai contenuti

Consigli Utili

federazionecampeggiatoriliguria
Pubblicato da Aurora B. in Associazione · 10 Febbraio 2021
Consigli per viaggiare
Per viaggiare in autocaravan bisogna rispettare le regole del Codice della Strada. Per abitare in autocaravan bisogna rispettare anche quelle del vivere civile. In ogni caso ricordiamoci che con il nostro veicolo siamo molto più ingombranti di un’automobile ed abitiamo dove gli altri parcheggiano.
Pulizia
È importantissimo aver cura del luogo in cui si sosta lasciandolo pulito: l’immondizia va depositata negli appositi contenitori, privilegiando la raccolta differenziata.
Igiene, per viaggiar bene
Molti comuni ormai si sono dotati di appositi pozzetti ecologici per il corretto scarico di acque reflue e liquami. È importante ricordare di tenere chiusi gli scarichi viaggiando, per evitare sgradevoli scie.
Agilità
Durante gli spostamenti è necessario non intralciare la circolazione. È opportuno ricordarlo anche quando si parcheggia per non creare fastidi alle attività commerciali, alle abitazioni private e per non togliere la visuale su monumenti o opere d’arte.
Prudenza
Dovendo interrompere il viaggio per la notte, utilizzare le aree di sosta riservate o gli spazi dove non compare l’esplicito divieto
Discrezione
Per godere a pieno della meta raggiunta e consentire la stessa gioia ai probabili vicini, educazione e gentilezza sono fondamentali. Rumori causati da TV, radio, urla o il rombo del nostro potente mezzo potrebbero disturbare.
Pazienza
Gli amanti degli animali non scordino che anche il più dolce dei cuccioli può incutere paura.
Generosità
La zona scelta non va monopolizzata, anche se piace in particolar modo.
Rispetto
In ultimo, mai dimenticare l’amore per la natura e il rispetto per l’ambiente. Un ottimo comportamento sarà sempre di buon esempio ed è importante allo stesso modo segnalare la condotta scorretta di altri camperisti.
Liberi di viaggiare
Il nostro particolare modo di fare turismo ci porta in giro per la penisola, e all'estero. Il turismo plein air è una risorsa anche per la bilancia dei pagamenti. Oltre al fatturato o al PIL, il grande valore portato dai camperisti è la valorizzazione del territorio. Siamo fortemente spinti verso un turismo intelligente e quando scopriamo un luogo speciale e accogliente, diamo il via ad una campagna pubblicitaria straordinariamente efficace, il passa parola. Non siamo stagionali: viaggiamo tutto l’anno, e visitiamo i paesi anche durante i mesi invernali, quando la stagione per tutti gli altri turisti, è finita da un pezzo. Una caratteristica particolarmente apprezzata dai responsabili di ristoranti, pizzerie, esercizi commerciali, ipermercati, musei, attrazioni turistiche, naturalistiche o culturali locali.
Formalità
Potete circolare con la vostra patente di guida in corso di validità nell’insieme dei Paesi dell’Unione Europea. In altri Paesi il vostro permesso di guida nazionale non basta, dovete munirvi di un permesso internazionale. Prima di intraprendere il viaggio, verificare la propria assicurazione che non sia in scadenza, in alcuni paesi può essere necessario un ‘estensione della propria assicurazione.
Preparare il veicolo
Come misura di sicurezza, noi vi consigliamo di:
  • Verificare che non ci siano infiltrazioni alle porte ed alle finestre.
  • Controllare il proprio veicolo: livello dell’olio, del lava vetri, controllare i freni, il freno a mano, i fari, le chiusure.
  • Non dimenticate di portare una scatola di lampadine di ricambio e qualche accessorio (presa elettrica europea)
  • Verificare il contenuto della botola di gas. Verificare il funzionamento di tutti gli apparecchi a gas. Controllare il circuito dell’acqua . Versate un prodotto di pulizia e disinfettante nelle riserve d’acqua potabile, preferire i prodotti in commercio.
  • Amministrare bene le proprie riserve d’acqua.
  • Controllare la carica delle batterie.
  • Avere sempre una scorta di fusibili per poterli sostituire in caso di necessità.
  • Non caricare il veicolo di cose inutili, perché il peso è importante per la nostra sicurezza.
  • Assicurarsi che la data di validità dell’estintore non sia scaduta.
  • Quando il veicolo sta fermo a lungo scaricare l’acqua potabili e d’inverno anche il boiler
  • Periodicamente è consigliabile far controllare l’impianto del gas da officine abilitate (è sconsigliato il fai da te).
Quando sei in viaggio
in strada:
L’autocaravan è sottoposta alle solite regole di tutti gli altri veicoli con peso non superiore a 3,5 t. Condurre un ’autocaravan non presenta alcuna difficoltà. Il guidatore deve comunque considerare di condurre un veicolo il cui peso non è quello di una normale auto.
È proibito alle autocaravan viaggiare nella terza corsia più a sinistra di una carreggiata, se la lunghezza del veicolo supera i 7 metri. L’autocaravan non dispone della stessa potenza di frenaggio di un veicolo leggero, è dunque prudente anticipare al massimo le manovre e usare sempre il freno motore nelle discese. La distanza di frenata è fortemente allungata, quindi rispettare le distanze di sicurezza coi veicoli che precedono.
in autostrada
Il condurre in autostrada necessita di una grande attenzione. Bisogna evitare i danni della monotonia, lato negativo della sicurezza offerta dall’autostrada. Evitare tutte le medicine che inducono sonnolenza e diminuiscono i riflessi. Bere spesso acqua, fermarsi per una breve sosta. Evitare l’alcool e i grandi pasti.
Nelle aree di servizio e nei parcheggi autostradali è vietato campeggiare.
la sosta
Il Codice della Strada traccia una chiara differenza tra sosta e campeggio; per evitare di incorrere in sanzioni è necessario che il mezzo poggi sulle proprie ruote (senza far uso di cunei o piedini stabilizzatori), non occupitrada la sede stradale in misura eccedente la propria sagoma omologata (evitare quindi gradini estratti, finestre o verande aperte, sedie e tavolini sistemati all’esterno o, peggio, bucato steso) e non emetta deflussi diversi da quelli del propulsore (attenzione quindi alla tenuta di valvole, scarichi e bocchettoni). Sostare negli spazi predisposti per il parcheggio non è campeggiare, come stabilito dall'articolo 185 del Codice della strada. È però necessario ricordare che alcune disposizioni normative possono essere emesse dal singolo Comune per proprie particolari esigenze.
Numerose amministrazioni municipali hanno comunque predisposto apposite aree destinate alla sosta e al pernottamento delle autocaravan, tenendo conto delle specifiche esigenze del veicolo abitativo. Molti campeggi consentono la sosta breve a tariffe agevolate.
Una buona abitudine è quella di parcheggiare a muso in avanti, pronti ad andar via in caso di necessità. Non lasciare sui sedili oggetti di nessun tipo, chiudere bene porte e finestre e attivare l’antifurto perimetrale. Se il posto non convince sul lato sicurezza, è meglio andar via e cercare un parcheggio più sicuro.
Limitare l’uso del generatore di corrente che va utilizzato solo in caso di necessità e sempre con intelligenza e correttezza.
operazione di carico e scarico
Evitare di svuotare i serbatoi nei tombini poiché sono previsti unicamente per raccogliere l’acqua piovana. Lo scarico di acque reflue al di fuori delle strutture predisposte allo scopo è sanzionabile con una multa. Come noto, la raccolta delle acque è effettuata in due diverse tipologie di serbatoi: le ‘’grigie’’ ovvero, quelle di scolo dei lavandini di bagno e cucina e della doccia, sono scaricate in uno o più serbatoi posizionati sotto il pianale del mezzo, da svuotare per caduta posizionando il rubinetto di scarico sul pozzetto.
Le ‘’nere’’ sono contenute in un serbatoio amovibile (wc a cassetta) che si può estrarre dal camper e andare a scaricare senza dover spostare il veicolo. Dopo aver eseguito le operazioni di scarico, è buona norma pulire la griglia del pozzetto con abbondanti getti di acqua,
Carico dell'acqua potabile è consigliabile farlo sempre con la propria gomma è molto più igienico.
additivi chimici
Serbatoi di recupero delle acque grigie: si può usare il liquido TANK FRESHENER della Thetford, con azione deodorante, igienizzante contro la proliferazione batterica
Per la cassetta delle acque nere (WC) si usano il liquido AQUAKEM BLUE o le bustine sempre della Thetford, sono prodotti disgreganti per i residui organici e la carta igienica.
aree attrezzate
Consentono la sosta, il pernottamento, offrono servizi di scarico acque reflue e dispongono di impianti igienici con docce, lavabi e wc. Sono anche organizzati i servizi di raccolta rifiuti, i rifornimenti di energie elettrica e gas, oltre al collegamento tramite mezzi pubblici con il centro città o con i luoghi di interesse turistico, come spiagge.
aree di servizio (Camper Service)
Sono aree attrezzate con pozzetti per lo scarico delle acque reflue, allacciamenti per il rifornimento di acqua potabile. Offrono il servizio di raccolta rifiuti ma non sono punti di sosta.
punti di sosta parcheggi
Si tratta di spazi delimitati, segnalati ed illuminati, nei quali è consentita la sosta degli autocaravan.


0
recensioni
Created with WebSite X5
Aderente a:
Confederazione Italiana Campeggiatori
F.I.C.C. Fédération Internationale de Camping, Caravanning et Autocaravaning
Sito ufficiale della Federazione Campeggiatori Liguria
Cookie Policy
Privacy Policy
Torna ai contenuti